Offerte ViaggiOfferte Viaggi

Trapani

Racconto di Viaggio e itinerario Turistico a Trapani (TP) Sicilia -


trapani, posta alla confluenza di due mari, si protende nel mediterraneo con la sua particolare, sinuosa configurazione falcata, che ha dato, nel corso della storia, origine a miti, storie e leggende. la sua posizione strategica nelle rotte navali del mediterraneo la rese meta ricercata e terra di conquista

per innumerevoli popolazioni; agli iniziali insediamenti elimi subentrarono i cartaginesi, dopo la battaglia delle egadi (241 a.c.) i romani, successivamente i greci, gli arabi, sotto il cui dominio conobbe grande splendore commerciale e culturale, così come sotto la dominazione dei normanni, degli aragonesi,

dei borboni. trapani fu porto commerciale e militare di primaria importanza e, superato un periodo di decadenza durante la dominazione spagnola, conobbe fasti e prosperità durante tutto il periodo borbonico. tra le risorse ed i punti di forza della città, di primaria importanza furono l’artigianato del corallo,

l’estrazione ed il commercio del sale, nonché la costruzione di imbarcazioni e le velerie. oggi le attività locali si imperniano sull’agricoltura, sull’industria del vino, sulla pesca e sui nascenti flussi turistici, oltre alle tradizionali attività del terziario. trapani e la sua provincia, per memorie storiche,

monumenti, posizione geografica, coste incontaminate, tradizioni e riti, offre ai visitatori un’ampia scelta di percorsi che spaziano dallo storico-ambientale all’eno-gastronomico, dallo sportivo al naturalistico, dall’archeologico al turistico. l’accoglienza a trapani è variegata e completa: i visitatori possono

scegliere tra guest houses e residence, alberghi e bed & breakfast, appartamenti e case vacanza, strutture agrituristiche e resort, con prezzi in genere contenuti ed un’offerta di ottimo livello. la scelta gastronomica è altrettanto varia e numerosi ristoranti e trattorie propongono la svariate specialità della

cucina locale, prevalentemente a base di freschissimo pesce; anche pasticcerie e gelaterie offrono golosità belle quanto buone che uniscono tradizione e creatività. per accompagnare le squisitezze della cucina e della pasticceria c’è solo l’imbarazzo della scelta: vini bianchi e rossi, dai più delicati a quelli

dai sapori più intensi e corposi, si sposano egregiamente con le specialità gastronomiche, mentre i vini da meditazione, come il marsala, o il passito e il moscato di pantelleria, sono il miglior corollario della pasticceria. per sperimentare l’inimitabile accoglienza calda e cordiale del meridione, e non perdere

le molteplici e varie opportunità di vacanza dei dintorni, una scelta ideale è guest house garibaldi, in pieno centro storico, comodamente servito da mezzi pubblici che fermano a pochi metri di distanza; i convenienti appartamenti di guest house garibaldi sono tranquilli e confortevoli, dotati di climatizzazione

e ventilazione, cucinino corredato, televisore, connessione wireless e di verdi verande fiorite dove poter consumare i propri pasti o soltanto rilassarsi. guest house garibaldi offre ai suoi ospiti, nelle immediate vicinanze, un’ampia gamma di trattorie e ristoranti convenzionati, dove poter apprezzare la miglior

cucina trapanese. per gli ospiti di guest house garibaldi, sono state stipulate vantaggiose convenzioni per noleggiare gommoni, moto, bici, auto e con diving center. trapani si presta ad ogni genere di vacanza: dalla rilassante alla culturale, dalla sportiva alla gastronomica, dall’ambientalista all’archeologica;

per gli appassionati del mare, spiagge, scogli, stupendi fondali, ed un mare di incomparabile bellezza affascineranno anche i più esigenti, mentre le campagne circostanti e le zone collinari, con le loro distese di vigne e di uliveti, riusciranno a suscitare la calma ed il senso naturale del tempo che solo il

contatto con la natura sa trasmettere. trapani può offrire ai visitatori una vacanza unica, completa e poliedrica, che consente una conoscenza autentica e profonda della città e delle sue risorse. guest house garibaldi consiglia ai suoi ospiti diversi, possibili itinerari, tutti ricchi di interesse, fascino

e bellezza, senza tralasciare la provincia, che offre la possibilità di una vacanza ricca, diversa, emozionante, tra natura ed arte, mare e storia, per un’esperienza viva ed irripetibile. impossibile, ad esempio, rinunciare ad una visita alla vicina marsala, l’antica lilybeum dove, nel museo archeologico di

baglio anselmi, si trova una pregevole nave punica, una nave da guerra di circa 35 metri, che costituisce uno dei più interessanti reperti di archeologia navale esistenti, ed è una delle tante testimonianze della “battaglia delle egadi” tra romani e cartaginesi avvenuta nel 241 a.c. tra le chiese ed i monumenti

marsalesi, notevoli la chiesa di s. maria della grotta con affreschi paleocristiani, quella di s. giovanni al boeo, l’ex chiesa del carmine con opere del carreca e del novelli, l’auditorium di santa cecilia di epoca barocca, il duomo che risale all’epoca normanna, dove si trova il museo degli arazzi; pieni

di fascino ed interesse architettonico anche i bastioni normanni della villa comunale ed il castello, così come l’arco cinquecentesco di porta garibaldi, il palazzo municipale del xvi secolo, i bagni termali del iii-iv secolo d.c. non meno meritevole di attenzione, a soltanto 50 km da trapani e da guest house

garibaldi, mazara del vallo, città arabo-normanna piena di influenze greche, cartaginesi, romane, bizantine, oltre che gotiche, barocche e rinascimentali; mazara, che raggiunse il suo massimo splendore durante la dominazione araba, offre numerosi monumenti degni di attenzione: tra i più pregevoli, la cattedrale

del ss. salvatore, fatta edificare dal conte ruggero, la chiesa di santa maria delle giummarre e quella di s. nicolò regale, del periodo normanno, sotto cui si trovano mosaici romani; il collegio dei gesuiti, le chiese di s. egidio, del carmine, di s. michele, rispettivamente dei periodi gotico, barocco, rinascimentale.

mazara del vallo è nota soprattutto per il suo porto peschereccio, uno fra i primi europei, ma le sue bellezze naturali, come i gorghi tondi o il lago preola, non hanno nulla da invidiare a località più tradizionalmente turistiche. a castelvetrano, da visitare il rimarchevole palazzo pignatelli, del xiii secolo,

la chiesa del purgatorio, la chiesa madre del 1520 e la fontana della ninfa; la chiesa di s. domenico del 1470 e quella di s. giovanni, della fine del ‘500, con la celebre statua del santo scolpita da antonello gagini, nonchè la chiesa della trinità di delia, del xii secolo, immersa in un rigoglioso giardino.

a partanna, nella valle del belice, si consiglia una visita al castello, edificato nella prima metà del ‘300 sulle rovine di una torre di guardia ed alla matrice, iniziata alla fine del 1500; anche la vicina salemi è ricca di suggestive caratteristiche feudali nell’impianto urbanistico, e presenta un castello

arabo-normanno del 1100; rimarchevoli anche la chiesa di s. agostino, quella del rosario e il collegio dei gesuiti che ospita il museo del risorgimento. salemi è recentemente salita alla ribalta delle cronache per aver eletto come proprio sindaco il celebre critico d’arte e opinionista vittorio sgarbi. ricostruita

ex novo a venti chilometri dal vecchio paese, distrutto dal sisma del 1968, la nuova gibellina oggi si può definire un grande museo di arte contemporanea all’aperto, un luogo magico dove in ogni strada, ogni piazza, ogni incrocio si trovano opere dei più grandi scultori ed architetti contemporanei: dalla grande

stella di consagra alla torre civica-carillon fino a tantissime altre sculture moderne di burri, pomodoro, consagra e numerosissimi altri artisti, che ne hanno fatto dono al comune, per contribuire alla sua rinascita, dopo il sisma che lo distrusse nel 1968. a gibellina, si trovano un museo di arte contemporanea

e quello etnoantropologico. sulle rovine della vecchia gibellina, pietrificate per l’eternità da colate di cemento che formano il grande cretto di alberto burri, si svolgono le orestiadi, rappresentazioni del teatro greco di alto livello artistico. ad alcamo, città di origine araba con tracce greche, romane

e bizantine, degni di nota, il castello dei conti di modica, del xiv secolo, la torre del ballis del xv e la torre saracena del ix secolo, parte del distrutto castello dei ventimiglia, così come la chiesa barocca abbadia grande e quella di s. tommaso col suo portale gotico. a castellammare del golfo, dopo una

visita alla sua straordinaria spiaggia, da visitare la chiesa di s. antonio da padova, quella del purgatorio, la settecentesca chiesa madre e la chiesetta del rosario, detta la madonna di l’agnuni. descrizioni e consigli potrebbero essere ancora molti e molto più dettagliati ma…per non togliere tutto il piacere

della ricerca e della sorpresa, di cui trapani ed il suo territorio sono ricchissimi, ci fermiamo qui…


Guarda altri Racconti e Itinerari Turistici a Trapani

Trova Eventi e Manifestazioni Turische, Offerte e Promozioni di Strutture Turistiche per tutte le occasioni a Trapani


Ti Piace questa pagina?
Seguici su
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google Plus
© Corrieredeiviaggi.com - Tutti i Diritti Riservati